Menu

CORSI DI PEDAGOGIA

Corsi di Pedagogia, Scuola e Formazione Docenti, Counselling a Bologna

La nostra proposta formativa complessiva intende formare pedagogisti, counsellor e insegnanti/educatori, che operano, sia nel pubblico sia nel privato, nell’ambito di servizi educativi, scolastici, riabilitativi, sociali e sanitari, per offrire conoscenze teoriche e competenze pratiche relative all’approccio psicoanalitico alla educazione ed alla organizzazione dei servizi sociali ed educativi per l’et√† evolutiva e competenze relazionali, affinch√© il professionista possa:

  1. essere nel rapporto con l’utenza (infanzia, adolescenza, handicap, adulti in difficolt√†), con i genitori e con gli operatori una presenza maturativa capace di leggere e sostenere il percorso di crescita dei diversi interlocutori (utenti, genitori e educatori) e capace di mediare tra le esigenze della persona e gli aspetti organizzativi e istituzionali dei servizi;
  2. intervenire nei contesti di vita del bambino e dell’adolescente (scuola, famiglia, comunit√†…) con il compito di rilevare e potenziare le competenze e le risorse del bambino/adolescente in alleanza educativa con i genitori;
  3. rilevare eventuali segnali di disagio, propri delle diverse fasi evolutive e conoscere le forme di disagio oggi pi√Ļ diffuse e “critiche”;
  4. arricchire le competenze metodologiche-tecniche e formulare progetti educativi e sociali o finalizzati alla prevenzione del disagio.
1. Psicodinamica delle istituzioni:

Il significato dinamico delle istituzioni in riferimento alla fascia d’et√† ed in riferimento ai compiti istituzionali (scuola, comunit√†, ecc.)
I vissuti dell’alunno/utente, degli operatori/insegnanti, dei genitori
L’alleanza educativa tra operatore e genitore
Il patto di corresponsabilità educativa tra scuola e famiglia
Passaggio nido/scuola dell’infanzia/scuola primaria/scuola secondaria
Caratteristiche del bambino/preadolescente/adolescente in riferimento alla fascia d’et√†
Relazione con l’alunno e regole di gestione della classe/Relazione con l’utente e regole di gestione istituzionale
I gruppi di bambini in età di latenza, di preadolescenti/adolescenti: la relazione in classe/in comunità

2. Aspetti psicopatologici:

I segni precoci del disagio infantile
La fobia della scuola
I disturbi dell’apprendimento
Disturbi delle funzioni vitali dall’infanzia all’adolescenza: cibo, sonno, controllo sfinterico
Instabilit√† psicomotoria, disturbo da deficit d’attenzione, disturbi del comportamento
Il bullismo
Le somatizzazioni
Le condotte devianti e a rischio suicidale
Modelli familiari patogeni e condotte genitoriali patogene, maltrattamento e abuso nell’infanzia ed in preadolescenza/adolescenza
I temi “difficili”: la sessualit√† e la morte. Come affrontarli nella relazione adulto-bambino

3. I gruppi:

Gli assunti di base (Bion)
Gruppi di genitori e gruppi di operatori: bisogni, difese, risorse
Gruppi di lavoro:

  • Gestione e conduzione di un gruppo di lavoro
  • La comunicazione: ascolto, giudizio e pregiudizio
  • La gestione dei conflitti

Psicodinamica dei gruppi infantili, di latenza ed e adolescenziali

4. Gli strumenti tecnici:

L’osservazione partecipante: indicatori di crescita e segnali del disagio nelle diverse fasi evolutive
Dall’osservazione al progetto

  • BES e progettazione Metodologie di strutturazione del contesto e di gestione del gruppo classe/comunit√† nelle diverse fasce d’et√†.

La relazione operatore-genitori, la conduzione del colloquio di inserimento e colloquio “su problemi“, la conduzione delle assemblee; la gestione dei momenti “informali” (separazione e ricongiungimento).
Progetti di prevenzione e per il benessere nell’istituzione scolastica/socio-educativa rivolti sia agli alunni/utenti¬† sia ai genitori/familiari: progetti di accoglienza, di orientamento, sulle relazioni , di prevenzione del disagio, ecc.
Il disegno: evoluzione del segno grafico e significato del disegno in età evolutiva, uso nei contesti educativi e scolastici.

5. Specifici professionalizzanti:
  • Il ruolo del pedagogista;
  • Il ruolo del counsellor;
  • Il ruolo dell’insegnante;
  • Il ruolo dell’operatore socioeducativo.
  • Supervisioni di situazioni concrete del lavoro dell’operatore nell’istituzione e della consulenza ai genitori (simulate e analisi di verbali di colloqui).

 

  • Pedagogisti, counsellor, insegnanti, educatori.

I corsi sono sia ad adesione individuale (presso la sede del c.i.Ps.Ps.i.a.) sia rivolti a gruppi-team di operatori-docenti delle istituzioni educative-scolastiche, in questo ultimo caso possono svolgersi sia presso il cipspsia sia presso la sede della istituzione scolastica.

Corsi/seminari che si svolgono presso la sede del c.i.Ps.Ps.i.a.: prevalentemente nelle giornate di sabato, domenica e alcuni venerdì pomeriggio.
I singoli calendari sono visionabili nelle pagine web relative ad ogni singolo corso/seminario.

Corsi organizzati presso le sedi scolastiche/istituzioni: si può concordare il calendario con il responsabile della istituzione.

Crocetti Guido, Psicoterapeuta, Direttore della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Psicoanalitica per l’Infanzia e l’Adolescenza del c.i.Ps.Ps.i.a. Docente di Psicologia Clinica presso l’Universit√† “La Sapienza” Roma.

Agosta Rosa, Psicoterapeuta e docente della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Psicoanalitica per l’Infanzia e l’Adolescenza del c.i.Ps.Ps.i.a. e Psicologo scolastico.

Corsini Gigliola, Counsellor professionista, membro del Coordinamento Regionale CNCP Emilia Romagna/Abruzzo.

Mantovani Enrico, Pedagogista e Counsellor formatore/supervisore.

Naldi Alessandra, Psicoterapeuta e docente della Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Psicoanalitica per l’Infanzia e l’Adolescenza del c.i.Ps.Ps.i.a. e Psicologo scolastico.

Roda Annamaria, Pedagogista a Counsellor formatore/supervisore.

Ricchi Viviana, Psicoterapeuta c.i.Ps.Ps.i.a. e Pedagogista.

Salerno Cinzia, Psicoterapeuta c.i.Ps.Ps.i.a e Psicologo scolastico.

Vignoli Annalisa, Pedagogista e Counsellor formatore/supervisore.

Voci Annamaria, Psicoterapeuta c.i.Ps.Ps.i.a.

CORSI PROGRAMMATI PRESSO E SEDI SCOLASTICHE 

Corso: Modelli familiari patogeni, Bologna

 

 

Premessa

Ogni epoca √® connotata da modelli educativi sociali ed intrafamiliari specifici. Negli ultimi decenni si sono sempre pi√Ļ diffusi modelli che dal puerocentrismo di una pedagogia che intendeva affermare la centralit√† del bambino, le sue caratteristiche e bisogni, cui societ√† allargata e societ√† famigliare dovevano riferirsi, sono virati da un lato verso un puerocentrismo narcisistico – funzionale a bisogni ed aspettative adulte – dall’altro verso forme mascherate sempre pi√Ļ diffuse di abbandono, abuso e maltrattamento.

Destinatari

Corso di formazione aperto a Psicologi (laurea quinquennale e triennale), Pedagogisti, Insegnanti, Educatori.

Obiettivi

Obiettivo √® presentare i concetti di maltrattamento e di abuso per come intesi specificamente dal c.i.Ps.Ps.i.a., e si descriveranno le loro traduzioni in modelli familiari patogeni, per come questi si evolvono e per le forme che questi assumono nelle diverse fasce d’et√†, al fine di formare operatori sensibili alle autentiche esigenze infantili ed adolescenziali, e capaci di operare nei contesti di relazione con adulti – genitori ed insegnanti – per promuovere consapevolezze e autentica qualit√† relazionale nell’incontro con minori, a sostegno della crescita equilibrata degli stessi.

Contenuti principali

  1. Concetti di abuso e maltrattamento
  2. Permissività come forma abbandonica Рrigidità
  3. Investimenti narcisistici sui figli ed iperprotezione, anticipazioni sul corpo e sulla mente

Calendario

Il corso si svolge nei fine settimana, per un totale di n. 14 ore.

  • Sabato
    h 15.20/17.00¬†“Modelli patogeni – abuso e maltrattamento
    H 17.00/17.30 pausa
    h 17.30/20.00¬†“Modelli patogeni – Permissivit√†/rigidit√†
  • Sabato
    h 9.00/11.30¬†“Modelli patogeni – Adozione: dinamiche in infanzia, preadolescenza, adolescenza
  • Domenica
    h 9.00/11.30¬†“Modelli patogeni – Iperprotezione/anticipazione su autonomie e su aspettative di competenze dei figli
  • Sabato
    h 10.40/13.30¬†“Modelli patogeni – Iperprotezione/anticipazione su autonomie e su aspettative di competenze dei figli
    H 13.30/14.30 pausa
    h 14.30/15.20¬†“Modelli patogeni in preadolescenza-adolescenza

Docente

Voci Annamaria, Psicoterapeuta c.i.Ps.Ps.i.a.

Sede

c.i.Ps.Ps.i.a. – Via Savena Antico, 17 a Bologna – tel 051.6240016

Attestato

Al termine del¬†Corso: I modelli familiari patogeni a Bologna¬†viene rilasciato l’Attestato¬†di frequenza.

Crediti formativi

La frequenza al presente seminario viene riconosciuta come crediti formativi per i corsi seguenti:

Modalità di iscrizione

Per informazioni o iscrizioni contattare la segreteria al numero 051.6240016 oppure compilare il form di contatto.

LA NOSTRA SEDE

Contatta la segreteria

Lascia il tuo numero, ti richiamiamo noi!

Rispondiamo al 100% delle richieste 

C.I.Ps.Ps.i.a. √® un’associazione e scuola di specializzazione in Psicoanalitica per l’infanzia e l’adolescenza
COME RAGGIUNGERCI:

LASCIA QUI LA TUA MAIL PER CHIEDERE INFO